Trascendenze dell'organico. Bacon, Sutherland e la verità dell'immagine