i termini "luogo" e "spazio" vengono spesso usati come sinonimi: in realtà i luoghi rinviano all'esperienza del rammemorare, entro cui si sono sviluppate le identità individuali e collettive; gli spazi, al contrario, parlano di apertura, delineazione di nuovi orizzonti, possibilità. Tra queste due dimensioni può stabilirsi una tensione di carattere dialettico che aiuta l'educazione a salvaguardare tanto il piano delle costruzioni identitarie quanto quello delle trasformazioni evolutive.

I luoghi, la memoria, gli spazi

Fabbri, Maurizio
2019

Abstract

i termini "luogo" e "spazio" vengono spesso usati come sinonimi: in realtà i luoghi rinviano all'esperienza del rammemorare, entro cui si sono sviluppate le identità individuali e collettive; gli spazi, al contrario, parlano di apertura, delineazione di nuovi orizzonti, possibilità. Tra queste due dimensioni può stabilirsi una tensione di carattere dialettico che aiuta l'educazione a salvaguardare tanto il piano delle costruzioni identitarie quanto quello delle trasformazioni evolutive.
Spazi ed educazione
57
66
Fabbri, Maurizio
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/716316
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact