Negli ultimi anni si è assistito ad un incalzante e sorprendente progresso tecnologico. Molteplici ambiti sono stati coinvolti da tale fervore portando come conseguenza modifiche sostanziali anche nelle più semplici abitudini quotidiane. Il settore medico è stato anch’esso innegabilmente coinvolto da tale processo, l’acquisizione di importanti innovazioni tecnologiche ha significativamente migliorato sia l’ambito diagnostico che terapeutico. Per quanto concerne il settore della visione, notevoli impulsi sono giunti dalle recenti acquisizioni nella conoscenza e produzione di nuovi materiali quali le fibre ottiche. Un ulteriore contributo è giunto dall’introduzione della tecnologia video, permettendo di riprodurre con alta risoluzione su un monitor tutto ciò che prima si osservava tramite oculare. Nasce così un vero e proprio settore tecnico-medico, l’endoscopia, capace di inserirsi con la sua rinnovata tecnologia in molteplici ambiti della medicina clinica quali ad esempio l’otorinolaringoiatria, la pneumologia, la gastroentrerologia, la ginecologia/ostetricia, l’urologia, la reumatologia. Anche l’odontoiatria è stata recentemente interessata dall’introduzione di un endoscopio ad essa dedicato. Purtroppo ancora poche conoscenze scientifiche ne sostengono l’uso clinico ma le potenziali applicazioni appaiono indubbiamente interessanti. Scopo del presente articolo è evidenziarne il potenziale utilizzo clinico in ambito parodontale.

Applicazioni in parodontologia dell'endoscopia dentale

CHECCHI, LUIGI;MONTEVECCHI, MARCO
2008

Abstract

Negli ultimi anni si è assistito ad un incalzante e sorprendente progresso tecnologico. Molteplici ambiti sono stati coinvolti da tale fervore portando come conseguenza modifiche sostanziali anche nelle più semplici abitudini quotidiane. Il settore medico è stato anch’esso innegabilmente coinvolto da tale processo, l’acquisizione di importanti innovazioni tecnologiche ha significativamente migliorato sia l’ambito diagnostico che terapeutico. Per quanto concerne il settore della visione, notevoli impulsi sono giunti dalle recenti acquisizioni nella conoscenza e produzione di nuovi materiali quali le fibre ottiche. Un ulteriore contributo è giunto dall’introduzione della tecnologia video, permettendo di riprodurre con alta risoluzione su un monitor tutto ciò che prima si osservava tramite oculare. Nasce così un vero e proprio settore tecnico-medico, l’endoscopia, capace di inserirsi con la sua rinnovata tecnologia in molteplici ambiti della medicina clinica quali ad esempio l’otorinolaringoiatria, la pneumologia, la gastroentrerologia, la ginecologia/ostetricia, l’urologia, la reumatologia. Anche l’odontoiatria è stata recentemente interessata dall’introduzione di un endoscopio ad essa dedicato. Purtroppo ancora poche conoscenze scientifiche ne sostengono l’uso clinico ma le potenziali applicazioni appaiono indubbiamente interessanti. Scopo del presente articolo è evidenziarne il potenziale utilizzo clinico in ambito parodontale.
L. Checchi; M. Montevecchi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/71589
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact