Se l’esistenza precede l’essenza: la naturalizzazione dell’ideologia nelle pratiche di ricerca