“Il Tamburo di Kattrin”: dai workshop al laboratorio permanente