Valori 'freddi' del diritto e cose d’arte: il caso dell'Uomo Vitruviano