Lo studio di Franziska Amirov è esaminato per il contributo innovativo che comporta nello studio dei manoscritti miniati nell'area ashkenazita e italiana e in particolare per l'accento posto sulla collaborazione e mutua influenza tra ebrei e cristiani nell'allestimento dei programmi iconografici e nella esecuzione delle miniature nelle haggadot di Pasqua dal tardo medioevo agli albori del rinascimento

Franziska Amirov, Jüdisch-Christliche Buchmalerei im Spätmittelalter. Aschkenasische Haggadah-Handschriften aus Süddeutschland und Norditalien, Deutscher Verlag für Kunstwissenschaft, Berlin 2018

Saverio Campanini
2019

Abstract

Lo studio di Franziska Amirov è esaminato per il contributo innovativo che comporta nello studio dei manoscritti miniati nell'area ashkenazita e italiana e in particolare per l'accento posto sulla collaborazione e mutua influenza tra ebrei e cristiani nell'allestimento dei programmi iconografici e nella esecuzione delle miniature nelle haggadot di Pasqua dal tardo medioevo agli albori del rinascimento
2019
Saverio Campanini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/696631
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact