Il progetto si propone di consolidare le relazioni accademiche esistenti tra l’Alma Mater e 9 Università con le quali sono vigenti accordi di cooperazione a vari livelli (Ateneo, Scuola, Dipartimento), promuovendo diverse azioni e iniziative finalizzate alla creazione di un Joint Lab trans-frontaliero, innovazioni dell’offerta didattica, potenziamento delle capacità trasversali degli studenti e dell’azione dell’Ateneo nella Società (Terza Missione) sul tema “Participatory Agroecology School System” (PASS). L’idea di proporre un Progetto sull’AgroEcologia nasce da riflessioni, ormai mature, sul posizionamento delle attuali attività di ricerca e didattica e sulla loro efficacia rispetto alle emergenze ambientali, economiche, culturali e sociali. Un’analisi delle conoscenze scientifiche e pratiche, e delle capacità trasversali acquisite, al termine dei ciclo di studio, dagli studenti iscritti ai corsi offerti dalla Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna, porta ad una definizione di laureato in scienze agrarie, futuro agronomo, ed anche di quello in Medicina Veterinaria, ai quali difetta una conoscenza olistica dell’ambiente in cui si trovano ad operare. La proposta progettuale riconosce all’AgroEcologia un ruolo essenziale per la salvaguardia dell’agricoltura, dell’ambiente e del pianeta e la identifica, al tempo stesso, come potente strumento formativo, altamente funzionale alla trasmissione del sapere scientifico. Si ritiene che l’approccio agroecologico, nella ricerca e nell’insegnamento, sia in grado di stimolare la curiosità scientifica negli studenti e nelle persone, e la capacità di cogliere l’essenza dei processi, la complessità del mondo, abilità, purtroppo, interessate da gravi fenomeni di erosione, che l’Università ha il dovere di contrastare. Il progetto persegue 4 obiettivi incentrati sull’AgroEcologia: 1. Creazione di un Joint lab trans-frontaliero in grado di unificare la rete di collaborazioni UNIBO e potenziare gli scambi accademici. 2. Proposta di un’offerta Didattica Innovativa. 3. Sviluppo di competenze trasversali tramite l’AgroEcologia. 4. Trasmissione del valore dell’AgroEcologia nel territorio e nella società (Terza Missione). Il conseguimento di tali obiettivi si concretizza attorno a quattro target: • Avanzamento della ricerca sugli ambiti tematici del progetto • Formazione di studenti e dottorandi • Azione specifica sulle competenze trasversali • Attività agroecologiche nel territorio

Participatory Agroecology School System (PASS)

Rombolà A. D.
2020

Abstract

Il progetto si propone di consolidare le relazioni accademiche esistenti tra l’Alma Mater e 9 Università con le quali sono vigenti accordi di cooperazione a vari livelli (Ateneo, Scuola, Dipartimento), promuovendo diverse azioni e iniziative finalizzate alla creazione di un Joint Lab trans-frontaliero, innovazioni dell’offerta didattica, potenziamento delle capacità trasversali degli studenti e dell’azione dell’Ateneo nella Società (Terza Missione) sul tema “Participatory Agroecology School System” (PASS). L’idea di proporre un Progetto sull’AgroEcologia nasce da riflessioni, ormai mature, sul posizionamento delle attuali attività di ricerca e didattica e sulla loro efficacia rispetto alle emergenze ambientali, economiche, culturali e sociali. Un’analisi delle conoscenze scientifiche e pratiche, e delle capacità trasversali acquisite, al termine dei ciclo di studio, dagli studenti iscritti ai corsi offerti dalla Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna, porta ad una definizione di laureato in scienze agrarie, futuro agronomo, ed anche di quello in Medicina Veterinaria, ai quali difetta una conoscenza olistica dell’ambiente in cui si trovano ad operare. La proposta progettuale riconosce all’AgroEcologia un ruolo essenziale per la salvaguardia dell’agricoltura, dell’ambiente e del pianeta e la identifica, al tempo stesso, come potente strumento formativo, altamente funzionale alla trasmissione del sapere scientifico. Si ritiene che l’approccio agroecologico, nella ricerca e nell’insegnamento, sia in grado di stimolare la curiosità scientifica negli studenti e nelle persone, e la capacità di cogliere l’essenza dei processi, la complessità del mondo, abilità, purtroppo, interessate da gravi fenomeni di erosione, che l’Università ha il dovere di contrastare. Il progetto persegue 4 obiettivi incentrati sull’AgroEcologia: 1. Creazione di un Joint lab trans-frontaliero in grado di unificare la rete di collaborazioni UNIBO e potenziare gli scambi accademici. 2. Proposta di un’offerta Didattica Innovativa. 3. Sviluppo di competenze trasversali tramite l’AgroEcologia. 4. Trasmissione del valore dell’AgroEcologia nel territorio e nella società (Terza Missione). Il conseguimento di tali obiettivi si concretizza attorno a quattro target: • Avanzamento della ricerca sugli ambiti tematici del progetto • Formazione di studenti e dottorandi • Azione specifica sulle competenze trasversali • Attività agroecologiche nel territorio
2019
Rombolà A.D.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/689256
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact