Abstract Fear has always been part of the political, social, and cultural landscape of every culture, and proverbs collect and perpetuate human fears. This study will thus focus on French and Italian proverbs concerning this emotion. In order to carry out the research, data from print resources, such as paper dictionaries of proverbs, and from two large, synchronic and comparable Italian and French corpora, called itWaC and frWaC respectively, have been combined and compared. This paper will shed light on a research methodology based on the corpus-driven approach. To this end, Italian and French proverbs on fear have been extracted semi-automatically from the two above-mentioned corpora by using markers of proverbs. Furthermore, some specific issues, such as the search for proverbs in paper dictionaries, the semantic functioning of proverbs, or the identification of interlingual equivalents of proverbs will be discussed.

Riassunto La paura ha da sempre fatto parte del panorama politico, sociale e culturale di ogni cultura. I proverbi, dal canto loro, raccolgono e fissano nel tempo le paure dell’uomo. Il presente studio si concentrerà, così, sui proverbi italiani e francesi che riguardano la paura. Ai fini della ricerca in oggetto, sono stati combinati e confrontati i dati ottenuti da risorse cartacee (dizionari di proverbi) e due corpora di grandi dimensioni, sincronici e comparabili, uno di lingua italiana e l’altro di lingua francese, chiamati rispettivamente itWaC e frWaC. Tale articolo farà luce su una metodologia di ricerca basata sull’approccio detto corpus-driven. Per fare ciò, sono stati reperiti, nei due corpora sopraccitati, i proverbi italiani e francesi sulla paura in maniera semi-automatica, grazie all’uso di marcatori di proverbio. Verranno, inoltre, esaminate problematiche quali la ricerca di proverbi in dizionari cartacei, il funzionamento semantico dei proverbi o ancora l’individuazione di equivalenti interlinguistici di proverbi.

La paura fa novanta, la peur donne des ailes : parcours dans la parémiologie italo-française à la découverte des proverbes sur la peur

Vincenzo Lambertini
2018

Abstract

Riassunto La paura ha da sempre fatto parte del panorama politico, sociale e culturale di ogni cultura. I proverbi, dal canto loro, raccolgono e fissano nel tempo le paure dell’uomo. Il presente studio si concentrerà, così, sui proverbi italiani e francesi che riguardano la paura. Ai fini della ricerca in oggetto, sono stati combinati e confrontati i dati ottenuti da risorse cartacee (dizionari di proverbi) e due corpora di grandi dimensioni, sincronici e comparabili, uno di lingua italiana e l’altro di lingua francese, chiamati rispettivamente itWaC e frWaC. Tale articolo farà luce su una metodologia di ricerca basata sull’approccio detto corpus-driven. Per fare ciò, sono stati reperiti, nei due corpora sopraccitati, i proverbi italiani e francesi sulla paura in maniera semi-automatica, grazie all’uso di marcatori di proverbio. Verranno, inoltre, esaminate problematiche quali la ricerca di proverbi in dizionari cartacei, il funzionamento semantico dei proverbi o ancora l’individuazione di equivalenti interlinguistici di proverbi.
Vincenzo Lambertini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
lambertini_synergies italie.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CCBYNCND)
Dimensione 401.07 kB
Formato Adobe PDF
401.07 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/680813
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact