Il testo presenta e discute le varie forme brevi e morali utilizzate da Saba, in poesia e in prosa: le favole, gli apologhi e gli epigrammi del Canzoniere, i testi aforistici e narrativi di Scorciatoie e Raccontini. L’intervento descrive e definisce le tipologie e i modelli di forme brevi, illustra il contesto storico letterario e di genere in cui si inseriscono, indaga le relazioni con la letteratura aforistica triestina, italiana ed europea.

Favole, apologhi, epigrammi, scorciatoie, raccontini: la morale breve di Umberto Saba

RUOZZI, GINO
2008

Abstract

Il testo presenta e discute le varie forme brevi e morali utilizzate da Saba, in poesia e in prosa: le favole, gli apologhi e gli epigrammi del Canzoniere, i testi aforistici e narrativi di Scorciatoie e Raccontini. L’intervento descrive e definisce le tipologie e i modelli di forme brevi, illustra il contesto storico letterario e di genere in cui si inseriscono, indaga le relazioni con la letteratura aforistica triestina, italiana ed europea.
121
128
G. Ruozzi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/67872
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact