È noto come la patogenesi della dermatite atopica sia determinata dall’interazione fra fattori genetici, epigenetici ed ambientali, eterogeneo spettro di difetti immunologici e numerose alterazioni della barriera e del microbioma cutaneo. Questa complessa patogenesi ci induce subito a comprendere perché attualmente non esista ancora una terapia definitiva della malattia. Il trattamento di base consiste nel cercare di raggiungere rapidamente un buon miglioramento cutaneo e un buon controllo del prurito e mantenere questa situazione “ottimale“ stabile il più a lungo possibile mediante un corretto e costante utilizzo di emollienti e detergenti specifici, il cosidetto skin care. L’utilizzo quotidiano dello skin care, consigliato da tutte le più recenti Linee Guida, rappresenta infatti un complemento indispensabile per aiutare il ripristino delle funzioni della barriera cutanea sempre altamente compromessa nella dermatite, anche in apparente fase di benessere.

Il “perché” dello skin care nella dermatite atopica

Giampaolo Ricci
Writing – Original Draft Preparation
;
Francesca Cipriani
Writing – Original Draft Preparation
;
Iria Neri
Writing – Original Draft Preparation
2018

Abstract

È noto come la patogenesi della dermatite atopica sia determinata dall’interazione fra fattori genetici, epigenetici ed ambientali, eterogeneo spettro di difetti immunologici e numerose alterazioni della barriera e del microbioma cutaneo. Questa complessa patogenesi ci induce subito a comprendere perché attualmente non esista ancora una terapia definitiva della malattia. Il trattamento di base consiste nel cercare di raggiungere rapidamente un buon miglioramento cutaneo e un buon controllo del prurito e mantenere questa situazione “ottimale“ stabile il più a lungo possibile mediante un corretto e costante utilizzo di emollienti e detergenti specifici, il cosidetto skin care. L’utilizzo quotidiano dello skin care, consigliato da tutte le più recenti Linee Guida, rappresenta infatti un complemento indispensabile per aiutare il ripristino delle funzioni della barriera cutanea sempre altamente compromessa nella dermatite, anche in apparente fase di benessere.
Elena Galli, Nunzia Maiello, Giampaolo Ricci, Elisa Anastasio, Giuseppe Baviera, Lucia Caminiti, Elena Carboni, Rossella Carello, Francesca Cipriani, Iria Neri
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/672195
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact