Riforma, reazione o rivoluzione? Tra il laboratorio italiano e la politica inglese