In psychology, classical studies on morality focalized on the development of moral thinking and on the effects of morality on attitudes and behaviours. Recently some studies analyzed the moral exclusion: that is attitudes and behaviours that neglect moral implications (Bandura, 1999). According to Staub (1989), moral exclusion is defined as excluding other individuals or groups from one's "moral community". That is, viewing others as outside the boundary within which your moral values and rules of justice and fairness apply. Recently some authors (see Opotow, 1990) identified some mechanisms by which people suspend moral principles. The aim of the present work is the construction and validation of an instrument that study attitudes of moral exclusion. The moral exclusion scale, an authoritarianism scale and a values scale were administered to 210 university students (mean age = 22). Through the software AMOS, confirmative factorial analysis was performed to verify the structure of the construct (4 correlates dimensions). This analysis verified the four-dimension structure: labelling, feelings of threat, destructive ideologies and explicit attack. Therefore, the results attest good psychometric qualities of the scale. Gli studi classici sulla morale in psicologia si sono focalizzati principalmente sullo sviluppo del pensiero morale e sulle relazioni con atteggiamenti e comportamenti. Solo recentemente si è rivolta l’attenzione all’esclusione della morale, ovvero a quegli atteggiamenti e comportamenti in cui fosse assente ogni implicazione morale (Bandura, 1999). Secondo Staub (1989), l’esclusione morale consiste nell’escludere altri individui o gruppi sociali dalla propria “comunità morale”, ossia considerare gli altri come posti all’esterno dei confini entro cui generalmente si applicano i valori morali e le regole condivise di giustizia e di equità. Recentemente vari autori (vedi Opotow, 1990a) hanno identificato alcuni meccanismi tramite i quali le persone sospendono i propri principi morali. Lo scopo di questo articolo è quello di costruire e validare una scala che misuri tali atteggiamenti di esclusione morale. Una batteria di strumenti, composta dalla scala sull’esclusione morale, una scala sull’autoritarismo e una sui valori, è stata somministrata a 210 studenti universitari, con un’età media di circa 22 anni. Si è condotto quindi un’analisi fattoriale confermativa utilizzando il software AMOS, al fine di verificare la struttura del costrutto (quattro dimensioni tra loro correlate). Questa analisi ha avvalorato la struttura a quattro fattori: etichettamento, sentimenti di minaccia, ideologie distruttive e attacco aperto. In conclusione, i dati attestano le buone proprietà psicometriche dello strumento.

Costruzione e validazione di una scala sull'esclusione morale.

PASSINI, STEFANO
2005

Abstract

In psychology, classical studies on morality focalized on the development of moral thinking and on the effects of morality on attitudes and behaviours. Recently some studies analyzed the moral exclusion: that is attitudes and behaviours that neglect moral implications (Bandura, 1999). According to Staub (1989), moral exclusion is defined as excluding other individuals or groups from one's "moral community". That is, viewing others as outside the boundary within which your moral values and rules of justice and fairness apply. Recently some authors (see Opotow, 1990) identified some mechanisms by which people suspend moral principles. The aim of the present work is the construction and validation of an instrument that study attitudes of moral exclusion. The moral exclusion scale, an authoritarianism scale and a values scale were administered to 210 university students (mean age = 22). Through the software AMOS, confirmative factorial analysis was performed to verify the structure of the construct (4 correlates dimensions). This analysis verified the four-dimension structure: labelling, feelings of threat, destructive ideologies and explicit attack. Therefore, the results attest good psychometric qualities of the scale. Gli studi classici sulla morale in psicologia si sono focalizzati principalmente sullo sviluppo del pensiero morale e sulle relazioni con atteggiamenti e comportamenti. Solo recentemente si è rivolta l’attenzione all’esclusione della morale, ovvero a quegli atteggiamenti e comportamenti in cui fosse assente ogni implicazione morale (Bandura, 1999). Secondo Staub (1989), l’esclusione morale consiste nell’escludere altri individui o gruppi sociali dalla propria “comunità morale”, ossia considerare gli altri come posti all’esterno dei confini entro cui generalmente si applicano i valori morali e le regole condivise di giustizia e di equità. Recentemente vari autori (vedi Opotow, 1990a) hanno identificato alcuni meccanismi tramite i quali le persone sospendono i propri principi morali. Lo scopo di questo articolo è quello di costruire e validare una scala che misuri tali atteggiamenti di esclusione morale. Una batteria di strumenti, composta dalla scala sull’esclusione morale, una scala sull’autoritarismo e una sui valori, è stata somministrata a 210 studenti universitari, con un’età media di circa 22 anni. Si è condotto quindi un’analisi fattoriale confermativa utilizzando il software AMOS, al fine di verificare la struttura del costrutto (quattro dimensioni tra loro correlate). Questa analisi ha avvalorato la struttura a quattro fattori: etichettamento, sentimenti di minaccia, ideologie distruttive e attacco aperto. In conclusione, i dati attestano le buone proprietà psicometriche dello strumento.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/6578
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact