LA RAPPRESENTAZIONE DELL’ARCHITETTURA: SAPERE E SAPER FARE