ll primo numero di una rivista ha la responsabilità di far capire ai lettori e ai possibili collaboratori quali siano le linee editoriali su cui i promotori si orientano. Abbiamo cercato quindi di costruire un volume che risponda al progetto che abbiamo in mente. Ci è sembrato giusto, in via preliminare, premettere ai saggi e ai contributi degli autori che ci hanno dato fiducia una “dichiarazione di intenti” che spiegasse la nostra visione di una nuova rivista, i suoi presupposti storici nell’ambito dell’esperienza italiana, e le questioni, i temi, gli approcci metodologici su cui riteniamo oggi utile richiamare l’attenzione.

Editoriale/Editorial

N. Staiti;
2018

Abstract

ll primo numero di una rivista ha la responsabilità di far capire ai lettori e ai possibili collaboratori quali siano le linee editoriali su cui i promotori si orientano. Abbiamo cercato quindi di costruire un volume che risponda al progetto che abbiamo in mente. Ci è sembrato giusto, in via preliminare, premettere ai saggi e ai contributi degli autori che ci hanno dato fiducia una “dichiarazione di intenti” che spiegasse la nostra visione di una nuova rivista, i suoi presupposti storici nell’ambito dell’esperienza italiana, e le questioni, i temi, gli approcci metodologici su cui riteniamo oggi utile richiamare l’attenzione.
Etnografie sonore/Sound Etnographies
7
9
N. Staiti; Giorgio Adamo; Sergio Bonanzinga
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/647491
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact