Nel lavoro in oggetto si afferma la necessità di interpretare organicamente e in base a criteri di coerenza la scripta dei testi medioevali, con specifici riferimenti alla locuzione «Cosa fatta capo ha»

Ancora (per la terza volta) sulla locuzione Cosa fatta capo ha

COLUCCIA, CHIARA
2005

Abstract

Nel lavoro in oggetto si afferma la necessità di interpretare organicamente e in base a criteri di coerenza la scripta dei testi medioevali, con specifici riferimenti alla locuzione «Cosa fatta capo ha»
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/643557
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact