The koinon synedrion of the Greeks, placed at Plataia, honours the Athenian Glaucon, younger brother of Chremonides (the proposer of the decree IG II/III[3] 1, 912), and his descendants with public praise and proedria at the Panhellenic games Eleutheria by virtue of his many merits. Glaucon’s Panhellenic euergetism dates back to the past, when he was in Athens, and subsequently when, being exiled at the end of the Chremonidean war and while in service of Ptolemy II, he made offerings to the sanctuary of Zeus Eleutherios and Homonoia of the Greeks in Plataia and played a part in increasing both the sacrifices on the altar of the two gods and the games Eleutheria (founded at Plataia sometime after the rebuilding of the city by Alexander the Great).

Il decreto del koinon synedrion dei Greci, con sede a Platea, onora Glaucone, fratello cadetto di Cremonide (il proponente di IG II/III[3] 1, 912), e i suoi discendenti con la lode pubblica e la proedria agli agoni panellenici Eleutheria in virtù dei suoi molti meriti. L’attività di benefattore pa- nellenico dell’onorato si colloca sia nel passato, quando il politico si trovava nella sua patria Atene, sia in tempi più recenti quando, esiliato dopo la fine della Guerra Cremonidea e postosi al servizio di Tolemeo II, ha contribuito, con offerte al santuario plataico di Zeus Eleuterio e della Concordia dei Greci, ai sacrifici sull’altare delle due divinità e agli agoni Eleutheria, la cui istituzione a Platea è successiva alla ricostruzione della città voluta da Alessandro Magno.

Decreto onorario del koinon synedrion dei Greci per Glaucone

Alice Bencivenni
2018

Abstract

Il decreto del koinon synedrion dei Greci, con sede a Platea, onora Glaucone, fratello cadetto di Cremonide (il proponente di IG II/III[3] 1, 912), e i suoi discendenti con la lode pubblica e la proedria agli agoni panellenici Eleutheria in virtù dei suoi molti meriti. L’attività di benefattore pa- nellenico dell’onorato si colloca sia nel passato, quando il politico si trovava nella sua patria Atene, sia in tempi più recenti quando, esiliato dopo la fine della Guerra Cremonidea e postosi al servizio di Tolemeo II, ha contribuito, con offerte al santuario plataico di Zeus Eleuterio e della Concordia dei Greci, ai sacrifici sull’altare delle due divinità e agli agoni Eleutheria, la cui istituzione a Platea è successiva alla ricostruzione della città voluta da Alessandro Magno.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/638963
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact