Referring to the systemic and proactive theorization on positive aging (Rowe e Khan, 1997; Kahana et al., 2006), the study analyzed the role of proactive coping strategies for the formulation of personal projects in life, a research area of Positive Psychology that is rooted in the field of Maslow’s Humanistic Psychology. A sample of 300 Italian old people (M = 71.86; DS = 7.01) participated in the study. The proactive coping strategies, referred to as active management of the environment, accumulation of resources and actualization of human potentials (Schwarzer e Taubert, 2002) are confirmed as positive predictors of many personal projects focused on family, culture, leisure time, civic and social participation. Perceived health status gives also a significant contribution to the possession of many personal projects. Gender and level of school education also influence the presence of personal projects: having a better school education promotes a more richness of personal projects, while being male can leads to a major involvement in projects centered on civic and political participation. The study highlights that having many projects in old age is related not only to educational and health resources, but also to the ability of envisioning a better future and to the ability to identify resources for actualizing talents and potentials.

Facendo riferimento, sul piano teorico, ai modelli sistemici e proattivi sull’invecchiamento positivo (Rowe e Khan, 1997; Kahana et al., 2005), la ricerca ha analizzato il ruolo rivestito dalle strategie proattive di coping per la realizzazione di sé attraverso la formulazione di progetti personali nei diversi ambiti di vita, un’area di ricerca della Psicologia Positiva che deriva dalla psicologia umanistica maslowiana. Un gruppo di 300 anziani (M = 71.86; DS = 7.01) ha partecipato allo studio. Le strategie proattive di coping che fanno riferimento alla gestione attiva dell’ambiente, all’accumulo di risorse e attualizzazione del potenziale umano (Schwarzer e Taubert, 2002) si confermano come predittori positivi della formulazione di numerosi progetti personali centrati sulla famiglia, la cultura, il tempo libero e la partecipazione civica e politica. Possedere una buona salute predice la presenza di numerosi progetti. Il genere ed il livello di scolarità influiscono anch’essi sul possesso di numerosi progetti personali: coloro infatti che possiedono titoli di studio elevati si caratterizzano per una maggiore progettualità, mentre gli uomini si coinvolgono maggiormente rispetto alle donne nei progetti centrati sulla partecipazione attiva alla società ed alla politica. Lo studio evidenzia che possedere molti progetti personali da realizzare in età anziana è legato non solo a risorse culturali e di salute, ma anche all’abilità di costruire una visione positiva del futuro e alla capacità di identificare risorse per realizzare i propri talenti e potenzialità.

La realizzazione di se in eta anziana. Uno studio sui progetti personali e le strategie proattive di coping

Zambianchi, Manuela
2015

Abstract

Facendo riferimento, sul piano teorico, ai modelli sistemici e proattivi sull’invecchiamento positivo (Rowe e Khan, 1997; Kahana et al., 2005), la ricerca ha analizzato il ruolo rivestito dalle strategie proattive di coping per la realizzazione di sé attraverso la formulazione di progetti personali nei diversi ambiti di vita, un’area di ricerca della Psicologia Positiva che deriva dalla psicologia umanistica maslowiana. Un gruppo di 300 anziani (M = 71.86; DS = 7.01) ha partecipato allo studio. Le strategie proattive di coping che fanno riferimento alla gestione attiva dell’ambiente, all’accumulo di risorse e attualizzazione del potenziale umano (Schwarzer e Taubert, 2002) si confermano come predittori positivi della formulazione di numerosi progetti personali centrati sulla famiglia, la cultura, il tempo libero e la partecipazione civica e politica. Possedere una buona salute predice la presenza di numerosi progetti. Il genere ed il livello di scolarità influiscono anch’essi sul possesso di numerosi progetti personali: coloro infatti che possiedono titoli di studio elevati si caratterizzano per una maggiore progettualità, mentre gli uomini si coinvolgono maggiormente rispetto alle donne nei progetti centrati sulla partecipazione attiva alla società ed alla politica. Lo studio evidenzia che possedere molti progetti personali da realizzare in età anziana è legato non solo a risorse culturali e di salute, ma anche all’abilità di costruire una visione positiva del futuro e alla capacità di identificare risorse per realizzare i propri talenti e potenzialità.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/637430
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact