Conceptual metaphor (Lakoff 2003 [1980], 1993), applied to the text (Steen 1999; Ferrari 2007, 2013) provides a precious tool for analysis and text comprehension, at a micro as well as macro-textual level. In a translation perspective, through observing differences in the linguistic and conceptual rendering of certain textual areas (contrastive perspective), metaphor analysis can open up new multicultural horizons of reading, and questioning the text, as well as addressing problematic areas of translation, and fostering language awareness. The focus of this paper is to explore how corpus stylistics and metaphor analysis within a translation perspective may be combined to provide a consistent analytical framework of the literary text for awareness-raising in the student of English. Previous research into Grazia Deledda’s authorial style (Johnson 2009) using corpus stylistics techniques (eg. Mahlberg 2009) showed that figurative language was prominent in her work, particularly body part metonymy, and simile (Johnson 2014), confirming and extending previous non-corpus-based studies (eg. Miccinesi 1975). Typically used in conjunction with the moods and emotions of the characters (see also Johnson 2010), such figurative language often occurred in juxtaposition with metaphorical expressions connected with the elements and the natural landscape (see also Massaiu 1972; Scrivano 1990). With a view to extending the previous studies, this study applies additional corpus tools such as Wmatrix (Rayson 2008) to further explore the metaphorical usage of certain key phrases. Our aim here is to combine keywords/phrases and metaphor into a consistent methodological framework – 1) keywords/phrases extraction and preliminary reading 2) metaphor analysis and analytical reading also in a 3) contrastive cultural perspective - and provide a template for language awareness-raising practices in the classroom, while making reference to selected translations in order to discuss problematic issues these raise for translators, as well as conceptual peculiarities also in a contrastive perspective.

La metafora concettuale (Lakoff 2003 [1980], 1993), applicata all’analisi linguistica – (Steen 1999; Ferrari 2007, 2013) offre uno strumento prezioso per l’analisi e la comprensione del testo, a livello micro e macro-analitico. In prospettiva traduttiva, attraverso l’osservazione delle differenze nella resa linguistica e concettuale di certe aree testuali (prospettiva contrastiva), l’analisi metaforica può aprire nuovi orizzonti multiculturali di lettura e nuove modalità per ‘aprire’ il testo in senso critico, così come per affrontare aree problematiche di traduzione, promuovendo allo stesso tempo la consapevolezza (inter)linguistica. Lo scopo di questo capitolo è di associare la stilistica dei corpora all’analisi della metafora, anche in prospettiva traduttiva, per fornire un modello di analisi del testo letterario atto a stimolare la consapevolezza linguistica nello studente di lingua inglese. Partiamo da un precedente case study (Johnson 2014) sull’applicazione della linguistica dei corpora (es. Mahlberg 2009) per esaminare lo stile letterario individuale di Grazia Deledda (Johnson 2009). Da questo studio emerge l’importanza del linguaggio figurativo nelle sue opere, in particolare la metonimia delle parti del corpo, e la similitudine, così fornendo conferma e estensione a precedenti studi senza l’utilizzo dei corpora (per esempio Miccinesi 1975). Tipicamente associato con gli stati d’anima e le emozioni dei protagonisti (vedi anche Johnson 2010), tale linguaggio figurativo si colloca spesso insieme ad espressioni metaforiche referenti agli elementi ed al paesaggio naturale (vedi anche Massaiu 1972; Scrivano 1990). Con lo scopo di ampliare gli studi precedenti, il presente lavoro utilizza alcuni strumenti tipici della linguistica dei corpora come punto di partenza per poi esaminare la portata metaforica di certe frasi chiave. Il nostro obiettivo qui è di combinare la stilistica dei corpora (“Corpus Stylistics” – CS) e l’analisi della metafora in uno schema operativo coerente con particolare attenzione all’aspetto visivo (“Image Rendering” – IR). Lo schema (CS&IR) prevede: 1) estrazione di parole/frasi chiave e lettura preliminare 2) analisi metaforico-visiva e lettura analitica e contrastiva del Testo di Partenza e del Testo di Arrivo con possibile sviluppo anche in 3) prospettiva trans-culturale. Questo schema può fungere da modello applicativo in classe per stimolare la consapevolezza linguistica e offrire attività finalizzate anche all’acquisizione di competenze pratiche di traduzione. Tra queste è previsto anche il riferimento a traduzioni selezionate per discuterne alcune problematicità per i traduttori così come le peculiarità concettuali anche in prospettiva contrastiva.

Analisi metaforica e stilistica dei corpora in prospettiva contrastiva: idee per stimolare la consapevolezza (inter)linguistica in classe

Ferrari, Federica;Johnson, Jane Helen
2018

Abstract

La metafora concettuale (Lakoff 2003 [1980], 1993), applicata all’analisi linguistica – (Steen 1999; Ferrari 2007, 2013) offre uno strumento prezioso per l’analisi e la comprensione del testo, a livello micro e macro-analitico. In prospettiva traduttiva, attraverso l’osservazione delle differenze nella resa linguistica e concettuale di certe aree testuali (prospettiva contrastiva), l’analisi metaforica può aprire nuovi orizzonti multiculturali di lettura e nuove modalità per ‘aprire’ il testo in senso critico, così come per affrontare aree problematiche di traduzione, promuovendo allo stesso tempo la consapevolezza (inter)linguistica. Lo scopo di questo capitolo è di associare la stilistica dei corpora all’analisi della metafora, anche in prospettiva traduttiva, per fornire un modello di analisi del testo letterario atto a stimolare la consapevolezza linguistica nello studente di lingua inglese. Partiamo da un precedente case study (Johnson 2014) sull’applicazione della linguistica dei corpora (es. Mahlberg 2009) per esaminare lo stile letterario individuale di Grazia Deledda (Johnson 2009). Da questo studio emerge l’importanza del linguaggio figurativo nelle sue opere, in particolare la metonimia delle parti del corpo, e la similitudine, così fornendo conferma e estensione a precedenti studi senza l’utilizzo dei corpora (per esempio Miccinesi 1975). Tipicamente associato con gli stati d’anima e le emozioni dei protagonisti (vedi anche Johnson 2010), tale linguaggio figurativo si colloca spesso insieme ad espressioni metaforiche referenti agli elementi ed al paesaggio naturale (vedi anche Massaiu 1972; Scrivano 1990). Con lo scopo di ampliare gli studi precedenti, il presente lavoro utilizza alcuni strumenti tipici della linguistica dei corpora come punto di partenza per poi esaminare la portata metaforica di certe frasi chiave. Il nostro obiettivo qui è di combinare la stilistica dei corpora (“Corpus Stylistics” – CS) e l’analisi della metafora in uno schema operativo coerente con particolare attenzione all’aspetto visivo (“Image Rendering” – IR). Lo schema (CS&IR) prevede: 1) estrazione di parole/frasi chiave e lettura preliminare 2) analisi metaforico-visiva e lettura analitica e contrastiva del Testo di Partenza e del Testo di Arrivo con possibile sviluppo anche in 3) prospettiva trans-culturale. Questo schema può fungere da modello applicativo in classe per stimolare la consapevolezza linguistica e offrire attività finalizzate anche all’acquisizione di competenze pratiche di traduzione. Tra queste è previsto anche il riferimento a traduzioni selezionate per discuterne alcune problematicità per i traduttori così come le peculiarità concettuali anche in prospettiva contrastiva.
Il testo letterario nell’apprendimento linguistico: Esperienze a confronto. Bologna: Centro di Studi Linguistico-Culturali (CeSLiC)
25
38
Ferrari, Federica; Johnson, Jane Helen
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/634314
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact