Il saggio esplora il rapporto conflittuale di alcuni poligrafi rinascimentali (in particolare Doni, Lando, Aretino) con l'istituzione delle Accademie: se da un lato il loro profilo rischia di esserne compromesso proprio per essere l'accademia un'istituzione pienamente consentanea al potere, d'altro lato la necessità di trovare una legittimazione nel mercato culturale, spinge questi intellettuali a cercare l'inserimento in qualche accademia vicina alle loro idee

Tra autopromozione e ripulsa. Il rapporto con le accademie dell’Aretino e di altri poligrafi rinascimentali

Nicola Bonazzi
2015

Abstract

Il saggio esplora il rapporto conflittuale di alcuni poligrafi rinascimentali (in particolare Doni, Lando, Aretino) con l'istituzione delle Accademie: se da un lato il loro profilo rischia di esserne compromesso proprio per essere l'accademia un'istituzione pienamente consentanea al potere, d'altro lato la necessità di trovare una legittimazione nel mercato culturale, spinge questi intellettuali a cercare l'inserimento in qualche accademia vicina alle loro idee
2015
Le virtuose adunanze. La cultura accademica tra XVI e XVIII secolo
319
336
Nicola Bonazzi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/629750
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact