Simone Weil e la guerra: lettura della posterità