Il contributo esamina il testo De virtutibus medicinarum simplicium et ciborum tradotto da Gerardo da Cremona, a torto considerato come una traduzione del testo di Ibn Wafid, tentando una nuova contestualizzazione nel corpus delle traduzioni gerardiane.

Gerard of Cremona and the ‘Liber Albenguesim medicinarum simplicium et ciborum

Iolanda Ventura
2016

Abstract

Il contributo esamina il testo De virtutibus medicinarum simplicium et ciborum tradotto da Gerardo da Cremona, a torto considerato come una traduzione del testo di Ibn Wafid, tentando una nuova contestualizzazione nel corpus delle traduzioni gerardiane.
Ex oriente Lux. Translating Words, Scripts and Styles in Medieval Mediterranean Society
107
132
Iolanda Ventura
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/628512
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact