Il contributo cerca di recare qualche lume sulla “protostoria” delle Interpretationes Vergilianae di Tiberio Claudio Donato, vale a dire quella zona grigia e quasi invalicabile della tradizione che si estende tra la composizione del commentario e la sua prima evidenza scritta. L'impiego combinato delle testimonianze storiche, filologiche, paleografiche e codicologiche consente di raggiungere alcuni punti fermi e, in aggiunta, di formulare una nuova ipotesi in relazione alle dinamiche che hanno orientato la trasmissione e la diffusione del commentario tra Luxeuil e Tours.

Alcune considerazioni sulla "protostoria" delle Interpretationes Vergilianae di Tiberio Claudio Donato,

Pirovano, Luigi
2016

Abstract

Il contributo cerca di recare qualche lume sulla “protostoria” delle Interpretationes Vergilianae di Tiberio Claudio Donato, vale a dire quella zona grigia e quasi invalicabile della tradizione che si estende tra la composizione del commentario e la sua prima evidenza scritta. L'impiego combinato delle testimonianze storiche, filologiche, paleografiche e codicologiche consente di raggiungere alcuni punti fermi e, in aggiunta, di formulare una nuova ipotesi in relazione alle dinamiche che hanno orientato la trasmissione e la diffusione del commentario tra Luxeuil e Tours.
Formas de acceso al saber en la Antigüedad Tardía y en la alta Edad Media. La transmisión del conocimiento dentro y fuera de la escuela
69
90
Pirovano, Luigi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/628264
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact