Specchi o generatori di mondi? La difficile sfida del rapporto tra teatro ed educazione