Nel Marzo 2016 la Direzione Generale Giustizia e Consumatori della Commissione europea ha approvato il finanziamento del progetto di ricerca, “CO-Minor-IN/QUEST II”, che fa seguito al precedente progetto .“CO-Minor-IN/QUEST“ (Cooperation in interpreter mediated questionings of minors - Grant agreement JUST/2011/JPEN/AG/2961; 2012-2015). Il progetto “CO-Minor IN/QUEST” si è concentrato in particolare sugli interrogatori di polizia mediati da interpreti che coinvolgono minori in quanto vittime, sospettati e testimoni di reati e quindi gruppo vulnerabile (per età, ragioni linguistiche e sociali), allo scopo di individuare gli strumenti ed i metodi più appropriati per fornire loro informazioni, sostegno e protezione. L’obiettivo di questo progetto era triplice: a) raccogliere informazioni e sensibilizzare i professionisti che operano in questo ambito; b) laddove possibile, migliorarne le competenze professionali; c) individuare buone pratiche allo scopo di inserirle in programmi di formazione interdisciplinari rivolti a tutti i professionisti e gli operatori che si occupano di minori coinvolti in procedimenti penali di cui non conoscono la lingua. Il progetto di ricerca CO-Minor-IN/QUEST II (DG Giustizia Grant agreement JUST/2015/JTRA/AG/EJTR/ 867) si prefigge di affiancare e approfondire, per la parte italiana, le attività del progetto precedente ed è incentrato non solo sulle diverse figure professionali che operano con i minori nei procedimenti giudiziari, ma anche sui minori stessi in quanto partecipanti da tutelare e proteggere in questi procedimenti, come sancito dalle norme internazionali riguardanti “l’interesse superiore del minore“ (cfr. Convenzione sui diritti del fanciullo dell’ONU, 1989). Il progetto è volto anzitutto a individuare le buone pratiche esistenti in Italia nel campo delle interviste e audizioni interpretate con minorenni e a promuovere la formazione congiunta di tutte le parti coinvolte. Le iniziative previste a tal fine sono le seguenti: a) approfondire la ricerca sul campo in Italia avviata con il progetto “CO-Minor IN/QUEST”, estendendola ad alcune professionalità non coperte in precedenza (psicologi, giudici minorili, assistenti sociali, mediatori); b) dare ascolto e poi seguito alla voce dei minori, tramite l’uso di interviste semi-strutturate volte a raccoglierne esigenze e pareri in quanto gruppo vulnerabile; c) dare voce alle varie parti in causa (agenti di polizia giudiziaria, magistrati, avvocati, psicologi, educatori, assistenti sociali e interpreti) individuando mediante l’organizzazione di focus group le buone pratiche esistenti in materia di interviste giuridico-giudiziarie ai minori mediate da interpreti/mediatori; d) rafforzare il diritto all’informazione e alla comunicazione per il minore coinvolto in procedimenti giudiziari di cui non conosce la lingua tramite la diffusione dei prodotti dei due progetti “CO-Minor-IN/QUEST”; e) raccogliere e sistematizzare i risultati di interviste con i minori e focus group con i professionisti per sviluppare materiali didattici in italiano per attività di formazione interprofessionale; f) sensibilizzare i professionisti che operano con i minori nei procedimenti giudiziari mediati da interpreti tramite moduli di formazione che coinvolgano le diverse figure professionali e migliorino le competenze già esistenti nel campo del lavoro “in squadra” tra professionisti di ambiti diversi.I partecipanti al progetto sono: Katholieke Universiteit Leuven, Anversa (Belgio), Terres des Hommes, Budapest (Ungheria); ISIT, Institut de Management et de Communication Interculturels, Programme d’Interprétation de Conférence, Parigi (Francia) Università di Bologna, Dipartimento di Interpretazione e Traduzione. I prodotti del progetto sono: - 1 volume Balogh, Katalin & Salaets, Heidi & van Schoor, Dominique (2018) Interpreter-mediated child interviews. Tool for interprofessional training. Tielt - Leuven: LanooCampus Publishers. Collana: Campus handboek. ISBN 978 94 014 5500 8. - 1 seminario finale internazionale “Co-Minor-IN/QUEST II Final Workshop”, Università Ku Leuven, Anversa, Belgio, 20 giugno 2018.

CO-Minor-IN/QUEST II

Amato, Amalia Agata Maria
2018

Abstract

Nel Marzo 2016 la Direzione Generale Giustizia e Consumatori della Commissione europea ha approvato il finanziamento del progetto di ricerca, “CO-Minor-IN/QUEST II”, che fa seguito al precedente progetto .“CO-Minor-IN/QUEST“ (Cooperation in interpreter mediated questionings of minors - Grant agreement JUST/2011/JPEN/AG/2961; 2012-2015). Il progetto “CO-Minor IN/QUEST” si è concentrato in particolare sugli interrogatori di polizia mediati da interpreti che coinvolgono minori in quanto vittime, sospettati e testimoni di reati e quindi gruppo vulnerabile (per età, ragioni linguistiche e sociali), allo scopo di individuare gli strumenti ed i metodi più appropriati per fornire loro informazioni, sostegno e protezione. L’obiettivo di questo progetto era triplice: a) raccogliere informazioni e sensibilizzare i professionisti che operano in questo ambito; b) laddove possibile, migliorarne le competenze professionali; c) individuare buone pratiche allo scopo di inserirle in programmi di formazione interdisciplinari rivolti a tutti i professionisti e gli operatori che si occupano di minori coinvolti in procedimenti penali di cui non conoscono la lingua. Il progetto di ricerca CO-Minor-IN/QUEST II (DG Giustizia Grant agreement JUST/2015/JTRA/AG/EJTR/ 867) si prefigge di affiancare e approfondire, per la parte italiana, le attività del progetto precedente ed è incentrato non solo sulle diverse figure professionali che operano con i minori nei procedimenti giudiziari, ma anche sui minori stessi in quanto partecipanti da tutelare e proteggere in questi procedimenti, come sancito dalle norme internazionali riguardanti “l’interesse superiore del minore“ (cfr. Convenzione sui diritti del fanciullo dell’ONU, 1989). Il progetto è volto anzitutto a individuare le buone pratiche esistenti in Italia nel campo delle interviste e audizioni interpretate con minorenni e a promuovere la formazione congiunta di tutte le parti coinvolte. Le iniziative previste a tal fine sono le seguenti: a) approfondire la ricerca sul campo in Italia avviata con il progetto “CO-Minor IN/QUEST”, estendendola ad alcune professionalità non coperte in precedenza (psicologi, giudici minorili, assistenti sociali, mediatori); b) dare ascolto e poi seguito alla voce dei minori, tramite l’uso di interviste semi-strutturate volte a raccoglierne esigenze e pareri in quanto gruppo vulnerabile; c) dare voce alle varie parti in causa (agenti di polizia giudiziaria, magistrati, avvocati, psicologi, educatori, assistenti sociali e interpreti) individuando mediante l’organizzazione di focus group le buone pratiche esistenti in materia di interviste giuridico-giudiziarie ai minori mediate da interpreti/mediatori; d) rafforzare il diritto all’informazione e alla comunicazione per il minore coinvolto in procedimenti giudiziari di cui non conosce la lingua tramite la diffusione dei prodotti dei due progetti “CO-Minor-IN/QUEST”; e) raccogliere e sistematizzare i risultati di interviste con i minori e focus group con i professionisti per sviluppare materiali didattici in italiano per attività di formazione interprofessionale; f) sensibilizzare i professionisti che operano con i minori nei procedimenti giudiziari mediati da interpreti tramite moduli di formazione che coinvolgano le diverse figure professionali e migliorino le competenze già esistenti nel campo del lavoro “in squadra” tra professionisti di ambiti diversi.I partecipanti al progetto sono: Katholieke Universiteit Leuven, Anversa (Belgio), Terres des Hommes, Budapest (Ungheria); ISIT, Institut de Management et de Communication Interculturels, Programme d’Interprétation de Conférence, Parigi (Francia) Università di Bologna, Dipartimento di Interpretazione e Traduzione. I prodotti del progetto sono: - 1 volume Balogh, Katalin & Salaets, Heidi & van Schoor, Dominique (2018) Interpreter-mediated child interviews. Tool for interprofessional training. Tielt - Leuven: LanooCampus Publishers. Collana: Campus handboek. ISBN 978 94 014 5500 8. - 1 seminario finale internazionale “Co-Minor-IN/QUEST II Final Workshop”, Università Ku Leuven, Anversa, Belgio, 20 giugno 2018.
2016
Amato, Amalia Agata Maria
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/626151
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact