Licenziate per rappresaglia nella guerra fredda. Rappresentazioni e memorie nel capoluogo dell’Emilia rossa