Come un’ossessione, la figura di Gesù di Nazareth attraversa l’intera opera di Voltaire e accompagna l’evolversi del suo pensiero, divenendo, di volta in volta, oggetto di sdegnosa ironia o, alternativamente, di ambigua ammirazione in quanto modello di mitezza e tolleranza, maschera cui attribuire insegnamenti assai prossimi a quelli della religione naturale; oppure, per contro, Voltaire ne fa il bersaglio di strali blasfemi in quanto seconda persona della Trinità, ossia come mistero della Fede, cui la ragionevolezza voltairiana non è disposta a piegarsi, nonché oggetto di autentico orrore in quanto dogma teologico, pretesto e fomite di ogni fanatismo. Tutte queste rappresentazioni e giudizi così in contrasto gli uni con gli altri sottendono, alimentano e sono funzionali, nondimeno, a una costante e coerente strategia polemica nei confronti della religione cristiana e della sua teologia che, fin dai primi anni Venti del XVIII secolo, Voltaire perseguì con ostinazione, in maniera dapprima astuta e dissimulata, poi, a partire dalla metà del secolo, sempre più aperta e provocatoria.

Gesù senza cristianesimo: strategie della polemica anticristiana in Voltaire / Riccardo Campi. - In: RIVISTA DI STUDI INDO-MEDITERRANEI. - ISSN 2279-7025. - ELETTRONICO. - VII:(2017), pp. 1-35.

Gesù senza cristianesimo: strategie della polemica anticristiana in Voltaire

Riccardo Campi
2017

Abstract

Come un’ossessione, la figura di Gesù di Nazareth attraversa l’intera opera di Voltaire e accompagna l’evolversi del suo pensiero, divenendo, di volta in volta, oggetto di sdegnosa ironia o, alternativamente, di ambigua ammirazione in quanto modello di mitezza e tolleranza, maschera cui attribuire insegnamenti assai prossimi a quelli della religione naturale; oppure, per contro, Voltaire ne fa il bersaglio di strali blasfemi in quanto seconda persona della Trinità, ossia come mistero della Fede, cui la ragionevolezza voltairiana non è disposta a piegarsi, nonché oggetto di autentico orrore in quanto dogma teologico, pretesto e fomite di ogni fanatismo. Tutte queste rappresentazioni e giudizi così in contrasto gli uni con gli altri sottendono, alimentano e sono funzionali, nondimeno, a una costante e coerente strategia polemica nei confronti della religione cristiana e della sua teologia che, fin dai primi anni Venti del XVIII secolo, Voltaire perseguì con ostinazione, in maniera dapprima astuta e dissimulata, poi, a partire dalla metà del secolo, sempre più aperta e provocatoria.
2017
Gesù senza cristianesimo: strategie della polemica anticristiana in Voltaire / Riccardo Campi. - In: RIVISTA DI STUDI INDO-MEDITERRANEI. - ISSN 2279-7025. - ELETTRONICO. - VII:(2017), pp. 1-35.
Riccardo Campi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/623326
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact