«Quel giorno anche la macchina dirà: “cogito ergo sum”». Buzzati e l’Enciclopedia della civiltà atomica