During the Great Depression, mass media and American movies struggled to rebuild - both ideologically and culturally - a complex and contradictory idea of people, as a result of a constant interaction between the concept of people itself and quintessential manifestations of the experience of modernity, such as the crowd and the mass. Through the analysis of some of Vidor’s and Berkeley’s representations of 20th century's multitudes, the essay describes how in the 1930s Hollywood proposed new forms of communities, in which the relationship between individualism and collectivism, tradition and modernity, center and periphery came up dialectically with a controversial and often unresolved tension.

Durante la Grande Depressione, i mass media e il cinema americani si impegnarono nella ricostruzione, ideologica e culturale, di un'idea di popolo complessa e contradditoria, per il continuo confronto con manifestazioni tipiche della modernità - quali la folla e la massa -  che la caratterizza. Attraverso l'analisi di alcune rappresentazioni delle moltitudini novecentesche realizzate da Vidor e Berkeley, il saggio prova a descrivere come negli anni Trenta Hollywood proponga nuove forme di comunità in cui la relazione tra individuo e collettività, tradizione e modernità, centro e periferia si dà in una tensione dialettica, non sempre risolta.

I Contain Multitudes: Berkeley, Vidor e il cinema della Grande Depressione

Michele Fadda;
2017

Abstract

Durante la Grande Depressione, i mass media e il cinema americani si impegnarono nella ricostruzione, ideologica e culturale, di un'idea di popolo complessa e contradditoria, per il continuo confronto con manifestazioni tipiche della modernità - quali la folla e la massa -  che la caratterizza. Attraverso l'analisi di alcune rappresentazioni delle moltitudini novecentesche realizzate da Vidor e Berkeley, il saggio prova a descrivere come negli anni Trenta Hollywood proponga nuove forme di comunità in cui la relazione tra individuo e collettività, tradizione e modernità, centro e periferia si dà in una tensione dialettica, non sempre risolta.
Michele, Fadda; Costanza, Salvi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/617918
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact