Moralità, favole e raccontini (in)utili da Umberto Saba a Tiziano Rossi