Il contributo prende in esame le attività svolte dal comune di Bologna fra la fine del secolo XII e l’inizio del XIII in ordine alla gestione delle acque urbane e alla conduzione di quelle dedicate alle attività industriali. Le fonti energetiche furono individuate nelle acque del fiume Savena (1176 ad est della città) e in quelle del fiume Reno (1183, ad ovest della città). Furono costruite delle chiuse che permisero di innalzare il livello delle acque e di incanalarle verso la città. Esse furono utilizzate sia per attività molitorie (canale di Savena e canale di Reno), ma anche per i fossati urbani (canale di Savena).

Gestione delle acque e politica delle infrastrutture a Bologna all'inizio del XIII secolo

BOCCHI, FRANCESCA
2008

Abstract

Il contributo prende in esame le attività svolte dal comune di Bologna fra la fine del secolo XII e l’inizio del XIII in ordine alla gestione delle acque urbane e alla conduzione di quelle dedicate alle attività industriali. Le fonti energetiche furono individuate nelle acque del fiume Savena (1176 ad est della città) e in quelle del fiume Reno (1183, ad ovest della città). Furono costruite delle chiuse che permisero di innalzare il livello delle acque e di incanalarle verso la città. Esse furono utilizzate sia per attività molitorie (canale di Savena e canale di Reno), ma anche per i fossati urbani (canale di Savena).
La città e il fiume: (secoli XIII-XIX)
23
29
F. Bocchi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/61450
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact