L’ordinamento riconosce alle stazioni appaltanti notevoli margini di apprezzamento discrezionale nelle scelte di organizzazione delle procedure per il conferimento delle concessioni e, in tale contesto, sono ammissibili, negli atti di gara, clausole che, nel rispetto del principio di proporzionalità, limitano il ricorso all’avvalimento dei requisiti economico-finanziari e tecnico-professionali ai fini della partecipazione alle procedure di aggiudicazione.

L'avvalimento nelle concessioni e la scelta delle amministrazioni aggiudicatrici

Massimo Calcagnile
2017

Abstract

L’ordinamento riconosce alle stazioni appaltanti notevoli margini di apprezzamento discrezionale nelle scelte di organizzazione delle procedure per il conferimento delle concessioni e, in tale contesto, sono ammissibili, negli atti di gara, clausole che, nel rispetto del principio di proporzionalità, limitano il ricorso all’avvalimento dei requisiti economico-finanziari e tecnico-professionali ai fini della partecipazione alle procedure di aggiudicazione.
Calcagnile, Massimo
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/611562
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact