Rapporti letterari: possibilità e limiti della medicina narrativa