LA VALUTAZIONE DEL DANNO IN VIA EQUITATIVA, IL CRITERIO DELLA DIFFERENZA DEI NETTI PATRIMONIALI E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI