Scopo del presente studio è la valutazione dell’efficacia di un programma di intervento di potenziamento delle competenze fonologiche e metafonologiche, in quanto abilità precursori a fondamento dell’apprendimento della lettoscrittura. Lo studio ha coinvolto 99 bambini (f = 55; m= 44) frequentanti cinque classi prime della scuola primaria. Il campione è stato diviso in: gruppo di potenziamento composto da 3 classi e gruppo di controllo composto da 2 classi. Inoltre i bambini sono stati classificati in «a rischio DSA» e «non a rischio» in base alle valutazioni sulle capacità fonologiche e metafonologiche, percettive e visuo-motorie effettuate prima del trattamento. L’intervento è strutturato in fasi ed è standard per tutte le classi. Prevede 3 incontri settimanali di 30 minuti ciascuno, per una durata complessiva di 15 settimane. I risultati mostrano che i soggetti sottoposti a potenziamento ottengono un miglioramento maggiore rispetto al gruppo di controllo nelle abilità potenziate. Le competenze nelle quali è stato riscontrato un miglioramento significativo sono quelle di fluenza verbale e di sintesi fonemica. Inoltre è emerso che, nel gruppo di potenziamento, sia i bambini a rischio DSA che quelli non a rischio ottengono un vantaggio dall'intervento. I risultati del presente studio confermano l’efficacia del programma di intervento effettuato all'interno del contesto classe e basato sul potenziamento delle abilità prerequisito per l’apprendimento delle abilità di lettoscrittura.

Analisi dell’efficacia di un intervento volto alla promozione dei prerequisiti delle abilità di lettura. Uno studio preliminare su classi prime della scuola primaria

GIOVAGNOLI, SARA;MANDOLESI, LUCA;MAGRI, SARA;MUCCINELLI, MICHELA;BENASSI, MARIAGRAZIA
2015

Abstract

Scopo del presente studio è la valutazione dell’efficacia di un programma di intervento di potenziamento delle competenze fonologiche e metafonologiche, in quanto abilità precursori a fondamento dell’apprendimento della lettoscrittura. Lo studio ha coinvolto 99 bambini (f = 55; m= 44) frequentanti cinque classi prime della scuola primaria. Il campione è stato diviso in: gruppo di potenziamento composto da 3 classi e gruppo di controllo composto da 2 classi. Inoltre i bambini sono stati classificati in «a rischio DSA» e «non a rischio» in base alle valutazioni sulle capacità fonologiche e metafonologiche, percettive e visuo-motorie effettuate prima del trattamento. L’intervento è strutturato in fasi ed è standard per tutte le classi. Prevede 3 incontri settimanali di 30 minuti ciascuno, per una durata complessiva di 15 settimane. I risultati mostrano che i soggetti sottoposti a potenziamento ottengono un miglioramento maggiore rispetto al gruppo di controllo nelle abilità potenziate. Le competenze nelle quali è stato riscontrato un miglioramento significativo sono quelle di fluenza verbale e di sintesi fonemica. Inoltre è emerso che, nel gruppo di potenziamento, sia i bambini a rischio DSA che quelli non a rischio ottengono un vantaggio dall'intervento. I risultati del presente studio confermano l’efficacia del programma di intervento effettuato all'interno del contesto classe e basato sul potenziamento delle abilità prerequisito per l’apprendimento delle abilità di lettoscrittura.
Giovagnoli, Sara; Mandolesi, Luca; Magri, Sara; Muccinelli, Michela; Gualtieri, Luigi; Benassi, Mariagrazia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/597780
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact