Il contributo realizza un'analisi critica della recente prassi inaugurata da alcuni Stati membri dell'Unione consistente nel dare vita a programmi di investimento che consentano l'acquisizione della cittadinanza nazionale, e dunque anche di quella UE, da parte di cittadini di Paesi terzi. Viene in particolare verificata la compatibilità di una prassi siffatta col diritto internazionale e col diritto UE.

A.A.A. cittadinanza dell’Unione vendesi

CASOLARI, FEDERICO
2014

Abstract

Il contributo realizza un'analisi critica della recente prassi inaugurata da alcuni Stati membri dell'Unione consistente nel dare vita a programmi di investimento che consentano l'acquisizione della cittadinanza nazionale, e dunque anche di quella UE, da parte di cittadini di Paesi terzi. Viene in particolare verificata la compatibilità di una prassi siffatta col diritto internazionale e col diritto UE.
F. Casolari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/589744
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact