Commentare Sanguineti: una "hard theory"