La coltura del grano duro mostra, in questi ultimi anni, notevoli variazioni, sia per quanto riguarda le superfici investite che per le produzioni. Considerando i dati produttivi dal 2005 al 2007 si nota come gli ettari investiti a grano duro (e di conseguenza i quantitativi raccolti) in Emilia Romagna e in provincia di Ferrara siano andati progressivamente aumentando, in controtendenza con i valori a livello nazionale. L'incremento delle aree coltivate a duro nel Nord Italia è da attribuire, oltre alle favorevoli quotazioni, anche alla diffusione dei contratti di coltivazione.

Focus. La coltura del grano duro

PINNAVAIA, GIANGAETANO
2007

Abstract

La coltura del grano duro mostra, in questi ultimi anni, notevoli variazioni, sia per quanto riguarda le superfici investite che per le produzioni. Considerando i dati produttivi dal 2005 al 2007 si nota come gli ettari investiti a grano duro (e di conseguenza i quantitativi raccolti) in Emilia Romagna e in provincia di Ferrara siano andati progressivamente aumentando, in controtendenza con i valori a livello nazionale. L'incremento delle aree coltivate a duro nel Nord Italia è da attribuire, oltre alle favorevoli quotazioni, anche alla diffusione dei contratti di coltivazione.
Annuario Socio-Economico Ferrarese 2007. Ricerche, analisi, commenti sull'economia e la società in provincia di Ferrara
62
63
Pinnavaia G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/57761
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact