Il nuovo tempio, scoperto negli ultimi anni nella città etrusca di Marzabotto, è oggetto di una analisi che parte dal dato archeologico, con un inquadramento architettonico e cronologico, e approda ad una ricostruzione virtuale secondo i principi del Building Information Modeling, sistema in grado di compendiare le conoscenze di settori disciplinari diversi (dall'archeologia all'architettura, dall'ingegneria allo studio dei materiali) e di procedere con un metodo di archeologia sperimentale virtuale delle strutture antiche.

ARCHAEOBIM: dallo scavo al Building Information Modeling di una struttura sepolta. Il caso del tempio tuscanico di Uni a Marzabotto

GARAGNANI, SIMONE;GAUCCI, ANDREA;GOVI, ELISABETTA
2016

Abstract

Il nuovo tempio, scoperto negli ultimi anni nella città etrusca di Marzabotto, è oggetto di una analisi che parte dal dato archeologico, con un inquadramento architettonico e cronologico, e approda ad una ricostruzione virtuale secondo i principi del Building Information Modeling, sistema in grado di compendiare le conoscenze di settori disciplinari diversi (dall'archeologia all'architettura, dall'ingegneria allo studio dei materiali) e di procedere con un metodo di archeologia sperimentale virtuale delle strutture antiche.
2016
Garagnani, Simone; Gaucci, Andrea; Govi, Elisabetta
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/574692
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 35
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact