L’elevata concentrazione in determinati territori di imprese di piccole e grandi dimensioni operanti in un medesimo comparto produttivo viene solitamente giustificata dalla presenza di un contesto sociale che condivide informazioni, competenze ed anche valori comuni. In questi casi l’aggregazione formale o informale tra le organizzazioni appartenenti al sistema locale favorisce lo scambio di conoscenza, l’identificazione di opportunità e la generazione di nuove idee e nuovi prodotti, la diffusione di tecnologie evolute l’apertura a mercati internazionali e più in generale lo sviluppo della capacità di rispondere in maniera più efficace alle mutevoli condizioni competitive. Tale struttura sociale consiste essenzialmente in una rete di relazioni (embedded ties) il cui contenuto non si limita allo scambio economico ma interviene anche su un livello informale e quotidiano. A partire da questi presupposti il presente lavoro intende analizzare il ruolo un soggetto intermediario cui è affidato il compito di sviluppare la competitività delle imprese di un determinato territorio come nel caso dei Poli di innovazione, ad esempio stabilendo o rafforzando una rete di rapporti tra le organizzazioni operanti nel medesimo ambito. Il broker con la sua azione produce beni collettivi perché le esternalità che si generano dalla presenza del network sono disponibili per tutti gli attori del territorio. La ricerca è stata realizzata mediante somministrazione di questionari strutturati ad oltre 50 imprese high-tech aderenti al Polo di innovazione ICT in Abruzzo. I risultati, frutto di una indagine esplorativa preliminare, consentono di intravvedere il cambiamento nella struttura delle relazioni tra imprese colocalizzate prima e dopo l’inizio delle attività del Polo e fornire alcuni spunti sia per la gestione del network che di policy.

Il ruolo del broker per la diffusione dell'innovazione nelle PMI: un'analisi longitudinale

CAPPIELLO, GIUSEPPE;PRESUTTI, MANUELA;CORRADO, RAFFAELE
2015

Abstract

L’elevata concentrazione in determinati territori di imprese di piccole e grandi dimensioni operanti in un medesimo comparto produttivo viene solitamente giustificata dalla presenza di un contesto sociale che condivide informazioni, competenze ed anche valori comuni. In questi casi l’aggregazione formale o informale tra le organizzazioni appartenenti al sistema locale favorisce lo scambio di conoscenza, l’identificazione di opportunità e la generazione di nuove idee e nuovi prodotti, la diffusione di tecnologie evolute l’apertura a mercati internazionali e più in generale lo sviluppo della capacità di rispondere in maniera più efficace alle mutevoli condizioni competitive. Tale struttura sociale consiste essenzialmente in una rete di relazioni (embedded ties) il cui contenuto non si limita allo scambio economico ma interviene anche su un livello informale e quotidiano. A partire da questi presupposti il presente lavoro intende analizzare il ruolo un soggetto intermediario cui è affidato il compito di sviluppare la competitività delle imprese di un determinato territorio come nel caso dei Poli di innovazione, ad esempio stabilendo o rafforzando una rete di rapporti tra le organizzazioni operanti nel medesimo ambito. Il broker con la sua azione produce beni collettivi perché le esternalità che si generano dalla presenza del network sono disponibili per tutti gli attori del territorio. La ricerca è stata realizzata mediante somministrazione di questionari strutturati ad oltre 50 imprese high-tech aderenti al Polo di innovazione ICT in Abruzzo. I risultati, frutto di una indagine esplorativa preliminare, consentono di intravvedere il cambiamento nella struttura delle relazioni tra imprese colocalizzate prima e dopo l’inizio delle attività del Polo e fornire alcuni spunti sia per la gestione del network che di policy.
Re-positioning of SMEs in the Global Value System
1
21
Cappiello G.; Presutti M.; Corrado R.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/570892
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact