L’articolo si propone di analizzare il modo con cui si forma l’immagine delle esposizioni universali sulla stampa illustrata, nella seconda metà del XIX secolo, e in particolare al momento delle origini. Si può osservare che le esposizioni veicolano tutta una serie di immaginari, che sono legati al progresso tecnico e scientifico, ma anche all’arte e agli altri aspetti della civiltà contemporanea. Un altro potente immaginario che si fa molto forte a partire dagli anni ’70 del XIX secolo è quello legato all’universo coloniale, visto come speculare e inverso al mondo civilizzato della metropoli. Alle origini è anche molto forte il messaggio pacifista e universalista; però fin dall’inizio si manifestano anche i sintomi di una rivalità e di vere e proprie battaglie di immagini fra le riviste dei principali paesi europei. Infine, è interessante osservare come le esposizioni, dispositivo della visione, siano oggetto esse stesse di altri dispositivi mediatici nel campo del visuale. Questo porta ad una concorrenza e una amplificazione degli immaginari scaturiti dal fenomeno delle esposizioni.

Fantasmagorie, rispecchiamenti, battaglie di immagini. Alle origini dell’immaginario sociale delle esposizioni universali

TOMASSINI, LUIGI
2015

Abstract

L’articolo si propone di analizzare il modo con cui si forma l’immagine delle esposizioni universali sulla stampa illustrata, nella seconda metà del XIX secolo, e in particolare al momento delle origini. Si può osservare che le esposizioni veicolano tutta una serie di immaginari, che sono legati al progresso tecnico e scientifico, ma anche all’arte e agli altri aspetti della civiltà contemporanea. Un altro potente immaginario che si fa molto forte a partire dagli anni ’70 del XIX secolo è quello legato all’universo coloniale, visto come speculare e inverso al mondo civilizzato della metropoli. Alle origini è anche molto forte il messaggio pacifista e universalista; però fin dall’inizio si manifestano anche i sintomi di una rivalità e di vere e proprie battaglie di immagini fra le riviste dei principali paesi europei. Infine, è interessante osservare come le esposizioni, dispositivo della visione, siano oggetto esse stesse di altri dispositivi mediatici nel campo del visuale. Questo porta ad una concorrenza e una amplificazione degli immaginari scaturiti dal fenomeno delle esposizioni.
Luigi Tomassini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/556552
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact