Il Saltospano è un distretto minore dell'organizzazione civile del territorio in epoca altomedievale. Ripercorrendone le vicende note e rianalizzando le fonti, in contributo si concentra sul cosiddetto placito di Cinquanta, della fine del secolo IX. Il verbale giudiziario viene interpretato non come “attestazione” bensì come “modificazione” della situazione territoriale che descrive, ossia il comitato di Modena, accogliendo in tal modo una precisa indicazione teorica di Angelo Torre. In questo modo si torna ad affrontare da una prospettiva diversa il problema dei cosiddetti distretti minori nell’organizzazione del territorio padano in epoca carolingia: anche il Saltospano, sede del placito, così come i fines e i castra attestati nel IX-X secolo appaiono, rieinterpretati in tal modo, estranei a una concezione territoriale della giurisdizione; non sembrano avere confini lineari ma piuttosto confini determinati dalle collettività che vi operavano e dalla collocazione geografica dei beni che a tali comunità appartenevano.

Il Saltospano e l'organizzazione civile del territorio altomedievale

LAZZARI, TIZIANA
2007

Abstract

Il Saltospano è un distretto minore dell'organizzazione civile del territorio in epoca altomedievale. Ripercorrendone le vicende note e rianalizzando le fonti, in contributo si concentra sul cosiddetto placito di Cinquanta, della fine del secolo IX. Il verbale giudiziario viene interpretato non come “attestazione” bensì come “modificazione” della situazione territoriale che descrive, ossia il comitato di Modena, accogliendo in tal modo una precisa indicazione teorica di Angelo Torre. In questo modo si torna ad affrontare da una prospettiva diversa il problema dei cosiddetti distretti minori nell’organizzazione del territorio padano in epoca carolingia: anche il Saltospano, sede del placito, così come i fines e i castra attestati nel IX-X secolo appaiono, rieinterpretati in tal modo, estranei a una concezione territoriale della giurisdizione; non sembrano avere confini lineari ma piuttosto confini determinati dalle collettività che vi operavano e dalla collocazione geografica dei beni che a tali comunità appartenevano.
2007
Una terra di confine. Storia e Archeologia di Galliera nel Medioevo
35
49
T. Lazzari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/55502
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact