In questo contributo discuteremo le dotazioni relative alla zootecnia di precisione presenti in una stalla sperimentale universitaria. Questa stalla si trova ad Ozzano nell’Emilia (Bo), sede dell’ex Facoltà di Veterinaria di Bologna, ora Scuola di Agraria e Veterinaria - Dipartimento di Scienze mediche veterinarie (Dimevet), e ha una finalità sia di sperimentazione che didattica, sia per quanto riguarda l’alimentazione e le patologie, sia per quanto riguarda il comportamento e, più in generale, il benessere animale. La stalla sperimentale fa parte dell’Azienda agraria dell’Università di Bologna (Aub) e ospita 80 capi in lattazione, con un intervallo parto-concepimento medio di circa 120 giorni. Le bovine sono trasferite nel settore delle asciutte 60 giorni prima della data prevista per il parto; gli ultimi 20 giorni le passano nel box parto, su lettiera, dove partoriscono. Successivamente, le puerpere sono spostate in un’area a lettiera per un certo periodo di tempo variabile (mediamente 10 giorni) in funzione dello stato di salute della bovina (ad esempio capi a rischio chetosi, ecc.). In questo periodo si applica il seguente protocollo di monitoraggio: rilevamento quotidiano della temperatura corporea (rettale); a 3, 5 e 10 giorni si controlla il livello ematico dei corpi chetonici, lo stato uterino e la consistenza delle feci. Per le vacche in lattazione sono presenti anche tre stazioni di auto alimentatori con la possibilità di erogare tre diversi mangimi.

DOSSIER / ZOOTECNIA DI PRECISIONE / Liberati Paolo; Fustini Mattia; Formigoni Andrea. - In: INFORMATORE ZOOTECNICO. - ISSN 0020-0778. - STAMPA. - 13:(2015), pp. 38-50.

DOSSIER / ZOOTECNIA DI PRECISIONE

LIBERATI, PAOLO;FUSTINI, MATTIA;FORMIGONI, ANDREA
2015

Abstract

In questo contributo discuteremo le dotazioni relative alla zootecnia di precisione presenti in una stalla sperimentale universitaria. Questa stalla si trova ad Ozzano nell’Emilia (Bo), sede dell’ex Facoltà di Veterinaria di Bologna, ora Scuola di Agraria e Veterinaria - Dipartimento di Scienze mediche veterinarie (Dimevet), e ha una finalità sia di sperimentazione che didattica, sia per quanto riguarda l’alimentazione e le patologie, sia per quanto riguarda il comportamento e, più in generale, il benessere animale. La stalla sperimentale fa parte dell’Azienda agraria dell’Università di Bologna (Aub) e ospita 80 capi in lattazione, con un intervallo parto-concepimento medio di circa 120 giorni. Le bovine sono trasferite nel settore delle asciutte 60 giorni prima della data prevista per il parto; gli ultimi 20 giorni le passano nel box parto, su lettiera, dove partoriscono. Successivamente, le puerpere sono spostate in un’area a lettiera per un certo periodo di tempo variabile (mediamente 10 giorni) in funzione dello stato di salute della bovina (ad esempio capi a rischio chetosi, ecc.). In questo periodo si applica il seguente protocollo di monitoraggio: rilevamento quotidiano della temperatura corporea (rettale); a 3, 5 e 10 giorni si controlla il livello ematico dei corpi chetonici, lo stato uterino e la consistenza delle feci. Per le vacche in lattazione sono presenti anche tre stazioni di auto alimentatori con la possibilità di erogare tre diversi mangimi.
2015
DOSSIER / ZOOTECNIA DI PRECISIONE / Liberati Paolo; Fustini Mattia; Formigoni Andrea. - In: INFORMATORE ZOOTECNICO. - ISSN 0020-0778. - STAMPA. - 13:(2015), pp. 38-50.
Liberati Paolo; Fustini Mattia; Formigoni Andrea
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/552053
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact