Il presente lavoro è parte del progetto condotto nell’ambito dell’O.R. 6 del LITCAR ed ha l’obiettivo di valutare la possibilità di bonificare un suolo contaminato da PCB attraverso due diversi approcci di bonifica: uno biologico, composto da due stadi sequenziali rispettivamente anaerobico ed aerobico, l’altro di tipo chimico-fisico, costituito dal washing del terreno seguito dal trattamento fotocatalitico del refluo acquoso prodotto. Al termine del trattamento anaerobico non è stata osservata alcuna rimozione significativa dei congeneri alto-clorurati presenti nel suolo, mentre nel successivo stadio aerobico è stata riscontrata una rimozione significativa dei PCB, inversamente proporzionale al grado di clorurazione dei congeneri presenti. Il soil-washing ha mostrato un’ottima resa in termini di rimozione dei PCB dalla matrice solida ed il successivo trattamento fotocatalitico del refluo acquoso ha permesso una degradazione rapida ed efficace che ha interessato tutti i congeneri di PCB presenti.

Sviluppo di tecnologie innovative per la bonifica di suoli contaminati da policlorobifenili (PCB)

TODARO, DANIELA;OCCULTI, FABIO;BERSELLI, SARA;CAMERA RODA, GIOVANNI;BERTIN, LORENZO;MARCHETTI, LEONARDO;FAVA, FABIO
2007

Abstract

Il presente lavoro è parte del progetto condotto nell’ambito dell’O.R. 6 del LITCAR ed ha l’obiettivo di valutare la possibilità di bonificare un suolo contaminato da PCB attraverso due diversi approcci di bonifica: uno biologico, composto da due stadi sequenziali rispettivamente anaerobico ed aerobico, l’altro di tipo chimico-fisico, costituito dal washing del terreno seguito dal trattamento fotocatalitico del refluo acquoso prodotto. Al termine del trattamento anaerobico non è stata osservata alcuna rimozione significativa dei congeneri alto-clorurati presenti nel suolo, mentre nel successivo stadio aerobico è stata riscontrata una rimozione significativa dei PCB, inversamente proporzionale al grado di clorurazione dei congeneri presenti. Il soil-washing ha mostrato un’ottima resa in termini di rimozione dei PCB dalla matrice solida ed il successivo trattamento fotocatalitico del refluo acquoso ha permesso una degradazione rapida ed efficace che ha interessato tutti i congeneri di PCB presenti.
ATTI DEI SEMINARI DI ECOMONDO 2007: LA CULTURA E LE TECNOLOGIE AMBIENTALI IN ITALIA ED IN EUROPA – GESTIONE DEI RIFIUTI, COMPOST E TRATTAMENTO BIOLOGICO, SOSTENIBILITA’ DEL TERRITORIO E CERTIFICAZIONE AMBIENTALE.
522
527
Todaro D.; Occulti F.; Berselli S.; Camera Roda G.; Bertin L.; Marchetti L.; Fava F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/55127
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact