I partiti, la "costituzione" che c'è e quella che verrà