Una control room per il restauro del suono per il cinema può essere vista come un caso particolare di regia per l’audio cinematografico e televisivo. Questa tipologia di sala presenta alcune differenze rispetto all’analogo audio della control room per il mastering. Mentre queste ultime sono in generale ottimizzate per un ascolto left – right (più raramente multicanale), la regia per l’audio cinematografico è basata su un approccio concettualmente mid + side. In senso generale il segnale mid contiene le informazioni temporali del parlato, il segnale side contiene le informazioni spaziali dei segnali ambientali (in funzione dello standard di codifica tale contenuto spaziale è ripartito su una o più coppie di segnali). L’attenzione alle problematiche acustiche degli ambienti di piccolo volume nasce negli anni ’50 con lo sviluppo delle prime regie audiovisive. Rilevanti sono i contribuiti del settore ricerca e sviluppo della British Broadcasting Company (BBC), che forniscono anche dati e dettagli sulle soluzioni costruttive. Sulla base di alcuni criteri di qualità individuati dalla letteratura prodotta dall’industria audiovisiva vengono stilate le norme tecniche di riferimento. Alcune soluzioni, ad. es. la cosiddetta Reflectionless Zone (RFZ), sono sviluppate in ambito broadcasting e poi si affermano dell’ambito della produzione audio musicale. Nelle ultime decadi l’avvento dell’audio multicanale (nato in ambito cinematografico e poi esteso all’audio musicale) comporta alcune innovazioni nella progettazione delle regie. Dal punto di vista della ricerca sono rilevanti i contributi sulla percezione modale in bassa frequenza, l’analisi temporale dei decadimenti in bassa frequenza, l’analisi statistica dei momenti di ordine superiore della risposta all’impulso.

Progettazione della nuova control room per il restauro del suono della cineteca di Bologna / L. Rattini; D. D’Orazio; L. Loreti; M. Garai;G. Barberis. - ELETTRONICO. - 1:(2016), pp. CN43091.1-CN43091.8. (Intervento presentato al convegno 43° Convegno Nazionale A.I.A. tenutosi a Alghero nel 25-27 Maggio 2016).

Progettazione della nuova control room per il restauro del suono della cineteca di Bologna

D'ORAZIO, DARIO;LORETI, LISA;GARAI, MASSIMO;
2016

Abstract

Una control room per il restauro del suono per il cinema può essere vista come un caso particolare di regia per l’audio cinematografico e televisivo. Questa tipologia di sala presenta alcune differenze rispetto all’analogo audio della control room per il mastering. Mentre queste ultime sono in generale ottimizzate per un ascolto left – right (più raramente multicanale), la regia per l’audio cinematografico è basata su un approccio concettualmente mid + side. In senso generale il segnale mid contiene le informazioni temporali del parlato, il segnale side contiene le informazioni spaziali dei segnali ambientali (in funzione dello standard di codifica tale contenuto spaziale è ripartito su una o più coppie di segnali). L’attenzione alle problematiche acustiche degli ambienti di piccolo volume nasce negli anni ’50 con lo sviluppo delle prime regie audiovisive. Rilevanti sono i contribuiti del settore ricerca e sviluppo della British Broadcasting Company (BBC), che forniscono anche dati e dettagli sulle soluzioni costruttive. Sulla base di alcuni criteri di qualità individuati dalla letteratura prodotta dall’industria audiovisiva vengono stilate le norme tecniche di riferimento. Alcune soluzioni, ad. es. la cosiddetta Reflectionless Zone (RFZ), sono sviluppate in ambito broadcasting e poi si affermano dell’ambito della produzione audio musicale. Nelle ultime decadi l’avvento dell’audio multicanale (nato in ambito cinematografico e poi esteso all’audio musicale) comporta alcune innovazioni nella progettazione delle regie. Dal punto di vista della ricerca sono rilevanti i contributi sulla percezione modale in bassa frequenza, l’analisi temporale dei decadimenti in bassa frequenza, l’analisi statistica dei momenti di ordine superiore della risposta all’impulso.
2016
Atti 43° Convegno A.I.A.
1
8
Progettazione della nuova control room per il restauro del suono della cineteca di Bologna / L. Rattini; D. D’Orazio; L. Loreti; M. Garai;G. Barberis. - ELETTRONICO. - 1:(2016), pp. CN43091.1-CN43091.8. (Intervento presentato al convegno 43° Convegno Nazionale A.I.A. tenutosi a Alghero nel 25-27 Maggio 2016).
L. Rattini; D. D’Orazio; L. Loreti; M. Garai;G. Barberis
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/540846
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact