Recensione al libro: Franco La Cecla, Contro l'urbanistica, Einaudi, Torino, 2015. Nell'età del neoliberismo conclamato, il volume descrive le mutazioni del mestiere dell'urbanista che, smesse le vesti progressiste, assume la città come mero fenomeno economico. La gestione urbana è pertanto improntata a fast policies, competitività, bigness; procede dal welfare state al real estate; ignora i corpi e le pratiche di riappropriazione e addomesticamento degli spazi; si fonda su un’idea di città «assolutamente anti-sociale».

Città neocapitaliste. Dal welfare state al real estate

AGOSTINI, ILARIA
2016

Abstract

Recensione al libro: Franco La Cecla, Contro l'urbanistica, Einaudi, Torino, 2015. Nell'età del neoliberismo conclamato, il volume descrive le mutazioni del mestiere dell'urbanista che, smesse le vesti progressiste, assume la città come mero fenomeno economico. La gestione urbana è pertanto improntata a fast policies, competitività, bigness; procede dal welfare state al real estate; ignora i corpi e le pratiche di riappropriazione e addomesticamento degli spazi; si fonda su un’idea di città «assolutamente anti-sociale».
Ilaria Agostini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/535677
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact