L'adelctio è stato uno strumento politico fondamentale per gli imperatori romani di I e II sec. d.C.: grazie ad esso hanno potuto elevare e legittimare i loro più fidati collaboratori, soprattutto comandanti militari, o ingraziarsi eminenti personalità economiche locali. L'epigrafia è fonte primaria nell'indagine su tale pratica: in questo contributo si esaminano le testimonianze dal punto di vista del formulario e della sua evoluzione, delle tipologie monumentali e dei titolari delle iscrizioni. Infine si fornisce una rassegna delle formule tradite dalle iscrizioni edite, databili tra metà I e metà III sec. d.C.

L’adlectio in Senato e l’epigrafia tra metà del I e metà del III sec. d.C.

ASSORATI, GIOVANNI
2014

Abstract

L'adelctio è stato uno strumento politico fondamentale per gli imperatori romani di I e II sec. d.C.: grazie ad esso hanno potuto elevare e legittimare i loro più fidati collaboratori, soprattutto comandanti militari, o ingraziarsi eminenti personalità economiche locali. L'epigrafia è fonte primaria nell'indagine su tale pratica: in questo contributo si esaminano le testimonianze dal punto di vista del formulario e della sua evoluzione, delle tipologie monumentali e dei titolari delle iscrizioni. Infine si fornisce una rassegna delle formule tradite dalle iscrizioni edite, databili tra metà I e metà III sec. d.C.
Epigrafia e ordine senatorio, 30 anni dopo
449
472
Giovanni Assorati
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/531488
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact