PRECOCI ABILITÀ COMUNICATIVO-LINGUISTICHE E COGNITIVE: RISCHI ASSOCIATI ALLA NASCITA PRETERMINE Coordinatore progetto: Alessandra Sansavini ABSTRACT La nascita pretermine costituisce un fenomeno in aumento negli ultimi anni, soprattutto per quanto riguarda la sopravvivenza dei bambini di età gestazionale estremamente bassa (extremely low gestational age -ELGA- ≤ 28 settimane). I pochissimi studi presenti in letteratura hanno dimostrato che questi bambini manifestano difficoltà generali nello sviluppo cognitivo, comunicativo-linguistico e comportamentale. Tuttavia, non esistono studi che abbiano indagato in modo longitudinale lo sviluppo di specifiche competenze dei nati ELGA nei primi anni di vita. Il progetto ha i seguenti obiettivi: a) indagare lo sviluppo comunicativo-linguistico e cognitivo di nati ELGA, seguiti longitudinalmente nei primi tre anni di vita e confrontati con un gruppo di controllo di nati a termine, e l’influenza di fattori biologici e socio-relazionali; b) utilizzare diversi strumenti di valutazione diretti (scale di sviluppo, prove strutturate, analisi di comportamenti videoregistrati) e indiretti (questionari); c) individuare precoci indici di rischio dello sviluppo comunicativo-linguistico e cognitivo. Nella ricerca saranno inclusi 30 nati pretermine ELGA, privi di danni motori e neurologici permanenti, e 30 nati a termine. I bambini saranno seguiti longitudinalmente presso l'Istituto di Neonatologia dell'Università di Bologna al fine di valutarne lo sviluppo fisico, neurologico, cognitivo e comunicativo-linguistico a 3, 6, 9, 12, 18, 24 e 30 mesi. Sarà inoltre esaminato alle stesse età l'andamento dello stato emozionale materno. Le osservazioni e le valutazioni inizieranno nella fase di start-up del progetto– primi due anni- e saranno completate nella fase successiva- ultimi due anni. Le conoscenze acquisite tramite questo studio saranno molto rilevanti per psicologi, pediatri, educatori e genitori, al fine di conoscere le aspettative della qualità della vita futura dei nati ELGA e avere ricadute positive sulla capacità di adattamento di questi bambini. Nel gruppo di ricerca sono presenti psicologi dello sviluppo con una specializzazione di ricerca sulle competenze comunicativo-linguistiche e cognitive, psicologi clinici che si occupano del sostegno ai genitori dei nati pretermine, e neonatologi che si occupano della cura del nato pretermine in reparto e nel follow-up. La divisione delle competenze ma al tempo stesso la loro complementarietà permette di ottenere una visione globale e interdisciplinare dei diversi aspetti dello sviluppo dei nati ELGA, mantenendo la propria specificità all’interno di un obiettivo comune.

Precoci abilità comunicativo-linguistiche e cognitive: rischi associati alla nascita pretermine

SANSAVINI, ALESSANDRA
2006

Abstract

PRECOCI ABILITÀ COMUNICATIVO-LINGUISTICHE E COGNITIVE: RISCHI ASSOCIATI ALLA NASCITA PRETERMINE Coordinatore progetto: Alessandra Sansavini ABSTRACT La nascita pretermine costituisce un fenomeno in aumento negli ultimi anni, soprattutto per quanto riguarda la sopravvivenza dei bambini di età gestazionale estremamente bassa (extremely low gestational age -ELGA- ≤ 28 settimane). I pochissimi studi presenti in letteratura hanno dimostrato che questi bambini manifestano difficoltà generali nello sviluppo cognitivo, comunicativo-linguistico e comportamentale. Tuttavia, non esistono studi che abbiano indagato in modo longitudinale lo sviluppo di specifiche competenze dei nati ELGA nei primi anni di vita. Il progetto ha i seguenti obiettivi: a) indagare lo sviluppo comunicativo-linguistico e cognitivo di nati ELGA, seguiti longitudinalmente nei primi tre anni di vita e confrontati con un gruppo di controllo di nati a termine, e l’influenza di fattori biologici e socio-relazionali; b) utilizzare diversi strumenti di valutazione diretti (scale di sviluppo, prove strutturate, analisi di comportamenti videoregistrati) e indiretti (questionari); c) individuare precoci indici di rischio dello sviluppo comunicativo-linguistico e cognitivo. Nella ricerca saranno inclusi 30 nati pretermine ELGA, privi di danni motori e neurologici permanenti, e 30 nati a termine. I bambini saranno seguiti longitudinalmente presso l'Istituto di Neonatologia dell'Università di Bologna al fine di valutarne lo sviluppo fisico, neurologico, cognitivo e comunicativo-linguistico a 3, 6, 9, 12, 18, 24 e 30 mesi. Sarà inoltre esaminato alle stesse età l'andamento dello stato emozionale materno. Le osservazioni e le valutazioni inizieranno nella fase di start-up del progetto– primi due anni- e saranno completate nella fase successiva- ultimi due anni. Le conoscenze acquisite tramite questo studio saranno molto rilevanti per psicologi, pediatri, educatori e genitori, al fine di conoscere le aspettative della qualità della vita futura dei nati ELGA e avere ricadute positive sulla capacità di adattamento di questi bambini. Nel gruppo di ricerca sono presenti psicologi dello sviluppo con una specializzazione di ricerca sulle competenze comunicativo-linguistiche e cognitive, psicologi clinici che si occupano del sostegno ai genitori dei nati pretermine, e neonatologi che si occupano della cura del nato pretermine in reparto e nel follow-up. La divisione delle competenze ma al tempo stesso la loro complementarietà permette di ottenere una visione globale e interdisciplinare dei diversi aspetti dello sviluppo dei nati ELGA, mantenendo la propria specificità all’interno di un obiettivo comune.
Sansavini A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/52860
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact