Quando nasce un bambino con disabilità visiva gli interrogativi più naturali (“a chi assomiglia?”) si intrecciano con interrogativi più complessi (“com’è accaduto? Perché proprio mio figlio? Chi ci aiuterà?”) Il percorso di vita è stato il filo conduttore per scrivere di esperienze e di cammini esplicitati durante gli incontri condotto dalla Prof.ssa Roberta Caldin, cercando di tessere le emozioni intorno a temi chiave, conservando ciò che si è ritenuto, strada facendo, fosse utile a genitori con bambini e ragazzi con disabilità visiva. Ciò che ne è emerso è un libretto che ciascuno dei presenti avrebbe voluto avere in mano all’inizio della propria storia con il proprio figlio. Come una sorta di mediatore e uno strumento di dialogo con genitori di cui non si conoscono i volti e le storie, ma attraverso il quale si vuole condividere la fatica e i timori, le conquiste e le gioie, questo lavoro ha avuto uno sbocco naturale: l’aggiunta di una sezione di testimonianze. Figure chiave della vita dei figli hanno espresso considerazioni riferite alle sensazioni ed emozioni provate alla nascita del bambino, ai pensieri e riflessioni presenti e alle prospettive relative al futuro.

Da genitori a genitori. Esperienze e indicazioni per famiglie di bambini con deficit visivo / Caldin, Roberta. - STAMPA. - (2015), pp. 1-159.

Da genitori a genitori. Esperienze e indicazioni per famiglie di bambini con deficit visivo.

CALDIN, ROBERTA
2015

Abstract

Quando nasce un bambino con disabilità visiva gli interrogativi più naturali (“a chi assomiglia?”) si intrecciano con interrogativi più complessi (“com’è accaduto? Perché proprio mio figlio? Chi ci aiuterà?”) Il percorso di vita è stato il filo conduttore per scrivere di esperienze e di cammini esplicitati durante gli incontri condotto dalla Prof.ssa Roberta Caldin, cercando di tessere le emozioni intorno a temi chiave, conservando ciò che si è ritenuto, strada facendo, fosse utile a genitori con bambini e ragazzi con disabilità visiva. Ciò che ne è emerso è un libretto che ciascuno dei presenti avrebbe voluto avere in mano all’inizio della propria storia con il proprio figlio. Come una sorta di mediatore e uno strumento di dialogo con genitori di cui non si conoscono i volti e le storie, ma attraverso il quale si vuole condividere la fatica e i timori, le conquiste e le gioie, questo lavoro ha avuto uno sbocco naturale: l’aggiunta di una sezione di testimonianze. Figure chiave della vita dei figli hanno espresso considerazioni riferite alle sensazioni ed emozioni provate alla nascita del bambino, ai pensieri e riflessioni presenti e alle prospettive relative al futuro.
2015
159
978-88-590-0603-9
Da genitori a genitori. Esperienze e indicazioni per famiglie di bambini con deficit visivo / Caldin, Roberta. - STAMPA. - (2015), pp. 1-159.
Caldin, Roberta
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/517124
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact